Autenticazione



3D Il Giornale

Newsletter

  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 31 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 24 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 17 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 10 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 19 Giugno 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 05 Giugno 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Mercoledì 28 Maggio 2008

Cerca

Iniziative ed eventi

  • Convegno su Giuseppe Tatarella
    Vai alla registrazioneAlla Sala della Lupa si è tenuto il Convegno "Giuseppe Tatarella: la politica delle idee, la politica del confronto" in occasione del decimo anniversario della scomparsa dell'uomo politico. Sono intervenuti il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il Presidente della Fondazione Italianieuropei, Massimo D'Alema, il Ministro dell'Interno, Roberto Maroni, il Coordinatore dell'attività della Camera dei deputati presso i Parlamenti dei Paesi Arabo-Mediterranei, Gennaro Malgieri.

  • Il lavoro che cambia
    Vai alla registrazioneLunedì 2 febbraio, nella Sala della Lupa, si è tenuto il Convegno dal titolo "Il lavoro che cambia". Alla presenza del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sono intervenuti il Presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini e il Presidente del Cnel, Antonio Marzano.Nell'iniziativa, promossa dal Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro in collaborazione con le Presidenze delle Camere, sono state presentate le complesse valutazioni maturate in questi anni insieme ai risultati di studio raggiunti nell'ambito del lavoro svolto dalla Commissione interistituzionale promossa dal Cnel con le Presidenze delle Camere nel 2007.La Commissione interistituzionale di indagine sul lavoro, presieduta da Pierre Carniti, ha studiato le trasformazioni attraversate dal "lavoro" a seguito dei cambiamenti socio-economici, dell'introduzione di nuove tecnologie e delle riforme legislative che, negli ultimi decenni, hanno profondamente inciso sulla materia.

  • Bilancio Camera – crescita zero dotazione 2010-2011
    L’Ufficio di Presidenza della Camera dei deputati ha approvato oggi la nota di variazione al bilancio interno per il 2009 e il conto consuntivo 2008. Tali documenti si pongono in una linea di continuità con quelli degli ultimi anni, restando fermo l’obiettivo di perseguire la piena funzionalità dell’istituzione parlamentare in un quadro di razionalizzazione e rigoroso contenimento della spesa. Ciò ha consentito all’Ufficio di Presidenza, nella seduta odierna, di stabilire che per gli anni 2010 e 2011 la dotazione della Camera abbia una crescita zero, e cioè si attesti a quanto già richiesto per l’anno 2009. Questo risultato non accadeva dal 1960. I risparmi consentiranno altresì nei prossimi anni la realizzazione di interventi straordinari in conto capitale senza gravare sul bilancio dello Stato. In questo modo, l’Ufficio di Presidenza ritiene di aver fornito un contributo ai conti pubblici dello Stato in un momento particolarmente delicato della vita economica del Paese. Tale contributo assume un valore ancora più significativo se si tiene conto che esso va ad aggiungersi agli sforzi compiuti negli anni passati. In sostanza, la dotazione a carico del bilancio dello Stato per gli anni 2010-2011 resterà allo stesso livello del 2009 (992.800.000 euro), con una riduzione dell’onere per l’erario di 44,95 milioni di euro. Nel bilancio preventivo del 2009, il totale di spesa effettiva si incrementa solo dell’1,3% (da 1.069 milioni di euro a 1.082,9 milioni di euro) - ricomprendendo anche i fondi di riserva, che sostanzialmente restano invariati - e si pone al di sotto del tasso di inflazione programmato previsto nel Dpef 2009-2013. Questo incremento, il più basso dell’ultimo decennio, è il combinato della crescita delle spese correnti per l’1,80% e della diminuzione delle spese in conto capitale dell’11,04%. Si evidenzia una crescita zero della spesa sia per l’indennità parlamentare che per gli assegni vitalizi, del resto ormai bloccati dal 2007.

  • Domenica 1 febbraio “Montecitorio a porte aperte” Concerto della Banda dell’Esercito
    Domenica 1 febbraio, "Montecitorio a porte aperte", l'iniziativa della Camera dei deputati che prevede l'apertura del Palazzo alle visite del pubblico, una volta al mese, per l'intera giornata. L'accesso al Palazzo è stato possibile, continuativamente, dalle ore 10.00 alle 18.00. In piazza Montecitorio, alle 11,00, si è svolto il concerto della Banda dell' Esercito. L'esibizione è stata diretta dal Maestro Donato Mastrullo.In particolare, il programma prevedeva brani di: Mastrullo-Grisolia (Veronica); Lambona (Armelis); Anonimo (Comrades); Verdi (Ernani); Sousa (Stelle e Strisce); Wickers (Marcia de' Medici); Creux (4 Maggio).Per partecipare alle visite a Montecitorio è sufficiente presentarsi all'ingresso principale del Palazzo negli orari previsti. La visita, guidata e per gruppi, si snoda lungo un itinerario storico-artistico che comprende tra l'altro: l'Aula, con i pannelli del Fregio di Sartorio che decora l'emiciclo illustrando le vicende epiche del popolo italiano e recentemente restaurati; il "Velario", imponente decorazione liberty di circa 800 metri quadrati in rovere di Slavonia, vetro colorato e ferro; il "Transatlantico", salone che deve il suo nome all'illuminazione a plafoniera, caratteristica delle navi transoceaniche; il Corridoio dei busti ed alcune tra le più belle sale di rappresentanza, quali la Sala della Lupa e la Sala Aldo Moro.

  • Domenica 11 Gennaio "Montecitorio a porte aperte"Concerto della Banda della Polizia di Stato
    Domenica 11 gennaio, "Montecitorio a porte aperte", l'iniziativa della Camera dei deputati che prevede l'apertura del Palazzo alle visite del pubblico, una volta al mese, per l'intera giornata. L'accesso al Palazzo è stato possibile, continuativamente, dalle ore 10.00 alle 18.00. In piazza Montecitorio, alle 11,00, si è svolto il concerto della Banda della Polizia di stato. L'esibizione è stata diretta dal Maestro Roberto Granata.In particolare, il programma prevedeva brani di: A. Fuselli (Fulgida); Joh. Strauss (Annen Polka); J. Fucik (Florentiner Marsch); Joh. Strauss (Train de Plaisir); G. Verdi (Ernani); Joh. Strauss (Tritsch - Tratsch); Ph. Sousa (Stelle e Strisce); Joh. Strauss (Lo Zingaro Barone); K. Alford (Colonel Bogey); Joh. Strauss (Radetzky Marsch); G. A. Marchesini (Giocondità). Per partecipare alle visite a Montecitorio è stato sufficiente presentarsi all'ingresso principale del Palazzo negli orari previsti. La visita, guidata e per gruppi, si è snodata lungo un itinerario storico-artistico che comprende tra l'altro: l'Aula, con i pannelli del Fregio di Sartorio che decora l'emiciclo illustrando le vicende epiche del popolo italiano e recentemente restaurati; il "Velario", imponente decorazione liberty di circa 800 metri quadrati in rovere di Slavonia, vetro colorato e ferro; il "Transatlantico", salone che deve il suo nome all'illuminazione a plafoniera, caratteristica delle navi transoceaniche; il Corridoio dei busti ed alcune tra le più belle sale di rappresentanza, quali la Sala della Lupa e la Sala Aldo Moro.La visita ha incluso inoltre la Sala della Regina dove è esposto "il Crocifisso ritrovato".


Sostieni anche tu l'informazione del portale A.Mi.D. effettuando una donazione volontaria.