Autenticazione



3D Il Giornale

Newsletter

  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 31 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 24 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 17 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 10 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 19 Giugno 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 05 Giugno 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Mercoledì 28 Maggio 2008

Articoli correlati

Cerca

PDF Stampa E-mail
Un primo sollievo per gli utenti dell'aeronautica (roma, via della pisana, ostia, milano, marina, chiavari, livorno e pisa) e dell'esercito (venezia, padova, milano, bologna, livorno, pisa, siena). 110 e lode per l'amico ciconte e il suo studio legale
Riportiamo appresso, l'atteso annuncio appena inviatoci dall'avv. Nicola Ciconte, del Foro di Roma, ove con tutto il giusto orgoglio professionale unito ad una trasparente gioia, ci comunica il felice esito della richiesta di sospensiva, ove viene stabilito di sospendere il pagamento dei canoni "folli". I beneficiari di questi provvedimenti, divisi per gruppi, sono esattamente 110 ricorrenti. Un bel 110 e lode per la sua attività professionale per CICONTE ed il suo Studio.

Le droghe sono cari, è per questo che alcuni pazienti non possono comprare le medicine di cui hanno bisogno. Tutti i farmaci di sconto risparmiare denaro, ma a volte le aziende offrono condizioni migliori rispetto ad altri. Circa il venti per cento degli uomini di età compresa tra 40 e 70 non erano in grado di ottenere l'erezione durante il sesso. Ma non è una parte naturale dell'invecchiamento. Questioni come "Comprare kamagra oral jelly 100mg" o "Kamagra Oral Jelly" sono molto popolari per l'anno scorso. Quasi ogni adulto conosce "kamagra 100mg". Le questioni, come "Comprare kamagra 100mg", si riferiscono a tipi diversi di problemi di salute. In genere, avendo disordine ottenere un'erezione può essere difficile. Prima di prendere il Kamagra, informi il medico se si hanno problemi di sanguinamento. Ci auguriamo che le informazioni qui risponde ad alcune delle vostre domande, ma si prega di contattare il medico se si vuole sapere di più. personale professionale sono esperti, e non saranno scioccati da tutto ciò che dici.

Tale importante risultato, pur preso con la necessaria prudenza per l'esito finale, speriamo propedeutico a quella che sarà la sentenza nel merito, farà almeno attenuare l'ansia per tante famiglie. Conferma la giustezza della nostra azione e di tutti i suoi contenuti che dall'inizio, CASADIRITTO in perfetta solitudine, ha affrontato, prima contro la bozza, poi nei contenuti del Decreto del 16 marzo 2011, che pur ha contribuito in parte a miglioralo, per quanto era nelle sue forze, eliminando dal macello, circa 3.800 famiglie con bassissimo reddito o con familiare portatore di handicap. CASADIRITTO rimarca in questo momento la perfetta sinergia che nei fatti si è creata, ormai da tanto tempo, tra CASADIRITTO stesso, che i diritti cerca di farli valere e difendere con le famiglie presso le Istituzioni e l'Amministrazione Difesa, con la sua continua mobilitazione fatta di proposte costruttive, incontri ed informazione e il nostro amico avvocato CICONTE che difende tali diritti in Tribunale, con sapienza e professionalità, quando gli stessi diritti vengono calpestati.

Roma li 15 dicembre 2011

Sergio Boncioli
Coordinatore Nazionale CASADIRITTO

Di seguito la nota dell'avv. CICONTE:

Caro Sergio,
sono lieto di comunicarti che il Tar del Lazio, all'udienza del 14 dicembre, ha accolto le mie istanze di sospensiva avanzate nei ricorsi contro:
- l'Aeronautica per gli utenti degli alloggi di Roma, Ostia compresa, e Milano;
- la Marina per gli utenti di Chiavari, Livorno e Pisa;
- l'Esercito per Venezia, Padova, Milano, Bologna, Livorno, Pisa e Siena.
In tutto ho discusso otto ricorsi per un totale di 110 ricorrenti che potranno beneficiare del provvedimento ottenuto.
Il Tar ha anche fissato, contestualmente, l'udienza per la discussione del merito che si terrà il prossimo 30 maggio.
Sono fiducioso che la sentenza definitiva confermerà le conclusioni della sospensiva.
Pur non potendo fare previsioni certe, ritengo che tale ottimo risultato faccia ben sperare sull'esito delle istanze di sospensiva che debbono ancora essere discusse, ivi compresa quella presentata nel ricorso contro il Comando Militare della Capitale che si discuterà a gennaio.
Condividendo con te la grande soddisfazione per il risultato ottenuto, ti invio un caro saluto.

Avv. Nicola Ciconte

***************************

DIFESA: PD, DI PAOLA DOPO SENTENZA TAR RIVEDA CANONI ALLOGGI MILITARI

Roma, 15 dic. (Adnkronos) - "Ora il ministro Di Paola riveda approfonditamente l'intera materia dei canoni, e colga l'occasione per rivedere i criteri con cui si acquista o di si perde il diritto alla concessione". Lo chiedono i deputati del Pd, Rosa Calipari, Antonio Rugghia e Antonello Giacomelli dopo la sentenza del Tar del Lazio che ha accolto il ricorso presentato da 115 inquilini degli alloggi militari, i cosiddetti 'sine titulo', sospendendo l'efficacia dell'applicazione del canone di libero mercato che, per come era stato calcolato dal Ministero della difesa, risultava insostenibile a fronte del reddito familiare dei conduttori.
"Deve essere precisato per l'ennesima volta -aggiungono i parlamentari Democratici- che i cosiddetti sine titulo non sono abusivi ma legittimati da una legge dello stato ad ottenere la continuita' nella conduzione dell'alloggio accettando un canone maggiorato. Riteniamo fuori luogo utilizzare questa condizione per imporre canoni che risultano addirittura fuori mercato, senza tener conto della situazione economica in cui si trovano queste famiglie, al solo scopo di renderli insostenibili''.
''Sarebbe piu' equo e piu' rigoroso -concludono gli esponenti del Pd- stabilire che qualunque sia la natura della concessione nessuno paghi meno dell'equo canone o piu' del 20 per cento del reddito annuo lordo di cui dispone".

****************************

IL MINISTRO DELLA DIFESA RISPONDE SUGLI ALLOGGI E SUI CANONI. PRIMO COMMENTO A CALDO: IL REGOLAMENTO DEL 16-3-2011 NON È MAI ANDATO IN COMMISSIONE DIFESA

Come annunciato già da alcuni giorni sul nostro sito, si è svolta l'audizione del Ministro della Difesa Di Paola presso la Camera dei Deputati Commissione Difesa.
A Commissioni riunite Camera e Senato.
Nella sua audizione, il Ministro ha affrontato le tematiche riguardanti l'intero settore.
Sul tema degli alloggi, con particolare riguardo a quanto avvenuto con l'applicazione del Decreto del 10 marzo 2011, sono intervenuti il Sen. Del Vecchio (PD), Germontani(FLI), Biancofiore (PDL).
Il Sen. Del Vecchio, ricostruendo la vicenda della Legge 244 e la prospettiva che si poteva aprire con la costruzione di alloggi in derivazione delle vendite, ha messo in evidenza invece ciò che è accaduto con il Decreto sui canoni del 16-3-2011 e partendo dalla considerazione che i valori attribuiti ai nuovi canoni riportano valori superiori anche al libero mercato, ha chiesto al Ministro Di Paola di rivedere quel Decreto ed i canoni calcolati.
La Sen. Germontani, ricostruisce l'entità del patrimonio abitativo, quello dell'aumentare dei canoni d affitto (35 milioni) affermando che finora gli utenti senza titolo pagavano equo canone con o senza maggiorazione in perfetta linea con la legge. Chiede la sostituzione dell'attuale normativa del Decreto del 16-3-2011 con una norma che prevede il pagamento che porta all'equo canone fino ad una maggiorazione massima del 20% del reddito.
La Sen. Biancofiore fa presente la situazione determinatasi a Bolzano con affitti sproporzionati,pur condividendo l'impianto della Legge sui canoni di mercato.
Il Ministro della Difesa, affronta le risposte in materia di alloggi.
Dice di capire la difesa dei sine titulo, ma di non condividerla.
Afferma che il Regolamento è stato discusso in Commissione. Si dice pronto a correggere vessazioni o sbagli.
Questo di CASADIRITTO non è un commento,ma solamente una cronaca a pochi minuti dalla diretta web, che anche il sito ha trasmesso.
Ci permettiamo di dire al Ministro della Difesa Di Paola che il Regolamento del 16 marzo 2011 non è mai andato nelle Commissioni ne al Senato ne alla Camera. Forse non era stato bene informato. Ora che lo sa, sarebbe il caso di metterci mano.

Roma 14 dicembre 2011

Sergio Boncioli
Coordinatore Nazionale CASADIRITTO

 
Sostieni anche tu l'informazione del portale A.Mi.D. effettuando una donazione volontaria.