Autenticazione



3D Il Giornale

Newsletter

  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 31 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 24 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 17 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 10 Luglio 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 19 Giugno 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Giovedì 05 Giugno 2008
  • Newsletter A.Mi.D. - Newsletter - Mercoledì 28 Maggio 2008

Articoli correlati

Cerca

PDF Stampa E-mail

COMUNICATO - STAMPA


Il delegato del COCER dell’Esercito Italiano, il palermitano Girolamo Foti, si schiera a favore del sindacato militare e si unisce ai colleghi del COCER della Guardia di Finanza, dell’Aeronautica, parte della Marina Militare e parte dell’Arma dei Carabinieri .

Il delegato COCER dell’Esercito Italiano, Girolamo Foti, rende noto a tutti i colleghi che egli si schiera a favore del sindacato militare allineandosi quindi con tutti i colleghi della guardia di finanza, dell’aeronautica, con parte della marina e parte dei carabinieri.

Prende le distanze dal documento presentato dal COCER INTERFORZE a favore della riforma della rappresentanza militare e quindi nettamente contrario al sindacato militare.

La legge 382 dell’11 luglio 1978, meglio conosciuta come “legge dei principi”, considerata dai più “la legge dei vincoli democratici”, limita ai militari di costituirsi in associazioni di categoria, nonché di aderire ad organizzazioni di carattere sindacale così “limitando un diritto sancito dalla Costituzione Italiana” che è quella della libertà individuale dei cittadini italiani ed europei.

In Germania il sindacato militare è già una realtà. L’Italia, nazione che si vanta di essere un paese europeista, ha invece molte posizioni conservatrici.

Mi attendo da questo governo democratico e progressista il “Sindacato militare”, che non costa nulla a livello finanziario, pur capace di arricchire il morale di tutti quei cittadini che indossano una uniforme con le stellette.

Come unico delegato della mia regione, aggiornerò continuamente tutti i miei colleghi dell’operato dei nostri politici siciliani in Commissione Difesa. Ciascuno di noi trarrà le proprie considerazioni.

Va da sé che i politici devono tenere presente che, seppure noi militari non ci schieriamo politicamente, siamo comunque sempre elettori e come tale partecipi alla vita di una collettività.

Non si possono riempire le mura della città con manifesti in onore dei militari solo quando muoiono ovvero ricordarsi solamente di presentare le mozioni per gli ulteriori aiuti economici o benefici alle sole forze di sicurezza, spesso ci sentiamo strumentalizzati e ignorati da una congrua parte di politici di entrambi gli schieramenti.

Invito tutti i colleghi che vogliono il sindacato militare a visitare il sito www.girolamofoti.sitonline.it.

Il delegato del Co.Ce.R Esercito

GIROLAMO FOTI

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. www.girolamofoti.sitonline.it 3474618595

Le droghe sono cari, è per questo che alcuni pazienti non possono comprare le medicine di cui hanno bisogno. Tutti i farmaci di sconto risparmiare denaro, ma a volte le aziende offrono condizioni migliori rispetto ad altri. Circa il venti per cento degli uomini di età compresa tra 40 e 70 non erano in grado di ottenere l'erezione durante il sesso. Ma non è una parte naturale dell'invecchiamento. Questioni come "Comprare kamagra oral jelly 100mg" o "Kamagra Oral Jelly" sono molto popolari per l'anno scorso. Quasi ogni adulto conosce "kamagra 100mg". Le questioni, come "Comprare kamagra 100mg", si riferiscono a tipi diversi di problemi di salute. In genere, avendo disordine ottenere un'erezione può essere difficile. Prima di prendere il Kamagra, informi il medico se si hanno problemi di sanguinamento. Ci auguriamo che le informazioni qui risponde ad alcune delle vostre domande, ma si prega di contattare il medico se si vuole sapere di più. personale professionale sono esperti, e non saranno scioccati da tutto ciò che dici.

************************************************************

COMUNICATO STAMPA

RAPPRESENTANZA MILITARE O SINDACATO NELLE FORZE ARMATE: IL TEMPO DELLE VERIFICHE È ORMAI GIUNTO.

L’idea di una “nuova” Rappresentanza Militare dotata di un ruolo negoziale quale parte sociale, parimenti a quanto oggi la legge prevede per i Confederali CIGL–CISL–UIL, è per me la più bella e fragile delle soluzioni alla grave limitazione della rappresentatività dei militari.

Nel caso di specie la fragilità non significa debolezza, ma l’essenza, benché ipotetica, di un perfetto equilibrio giuridico denominato “NUOVO ORGANISMO PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEL PERSONALE MILITARE” capace di contenere: specificità militare e diritto autentico del singolo cittadino militare.

Di certo questo “NUOVO ORGANISMO PER LA TUTELA DEI DIRITTI DEL PERSONALE MILITARE” cosi come delineato dal Gruppo di lavoro del Cocer Interforze, non può nascere dalla “costola” di una Legge (382/78) che regolamenta le "norme di principio sulla disciplina militare", ma da una nuova Legge capace di attuare quegli indifferibili principi costituzionali sui diritti democratici dei liberi cittadini militari (art. 2 della costituzione).

Purtuttavia, va rilevato come dall’enunciazione di sacrosanti principi, ad una audizione del Cocer Interforze alla Commissione Difesa del Senato in data 12 giugno 2007, un delegato COCER “neofita” possa subire una vera e propria “doccia fredda” soprattutto quando questi “tocca dal vivo” antiche logiche conservatrici, e da cui è possibile registrare sensazione assai poco confortanti.

Per questo, ed altro, mi corre l’obbligo di esternare la seguente personale considerazione:

“Il tempo delle verifiche è ormai giunto! Dal prossimo testo unico sulla riforma della RM, a cura del comitato ristretto in seno alla IV Commissione Difesa del Senato, saprò ben comprendere se la politica vuole recepire le istanze del Cocer Interforze o quelle di un antica, quanto autorevole, logica conservatrice - nel caso della seconda malaugurata ipotesi non avrò dubbi ne esitazioni nell’unirmi convintamene ai colleghi-delegati che chiedono soluzioni sindacali. Nel frattempo, confermo la mia deferente fiducia nell’operato della Commissione Presieduta dal Sen. Sergio DE GREGORIO”.

Roma, 14 giugno 2007

Luca Tartaglione

(delegato Co.Ce.R. – Primo Mar. dei Bersaglieri)

_______________________________________________________________

Luca Tartaglione

Tel. 3351054010

 
Sostieni anche tu l'informazione del portale A.Mi.D. effettuando una donazione volontaria.